Programmazione dal 6 al 10/03/2015

BLACK OR WHITE

Ven. 06, Sab. 07, Lun. 9 e Mar. 10/03 ore 20,00

Dom. 08/03 ore 16,00 e 18,15

Regia di di Mike Binder, con Kevin Costner, Octavia Spencer, Jillian Estell, Jennifer Ehle, Bill Burr.

BLACKTrama:

L’avvocato Elliot Anderson ha appena perso la moglie in un incidente d’auto, qualche anno dopo la morte della loro amata figlia diciassettenne nel dare alla luce una bambina, Eloise. Come se non bastasse, la nonna paterna di Eloise, Rowena, si fa avanti per chiedere la custodia della piccola, e nonno Elliott dovrà lottare con tutti i mezzi legali per tenere con sé quella nipotina che è tutto ciò che gli resta della propria famiglia. Aggiungiamo che Elliot, dalla morte della figlia, alza un po’ troppo il gomito, che il padre di Eloise è un drogato (forse) avviato alla disintossicazione, e che la famiglia paterna della bambina è afroamericana: dunque l’avvocato di Rowena, che è anche suo nipote, cercherà di inquadrare la situazione come il sopruso di un vecchio ricco e bianco contro un giovane povero e nero.
Black and White è un po’ legal thriller e molto dramedy sui rapporti interraziali a Los Angeles, e in generale negli Stati Uniti. La storia si lascia seguire, i dialoghi sono credibili e le dinamiche fra i personaggi delineate con attenzione, cercando di non cadere nello stereotipo. Anche la confezione è dignitosa, benché inconfondibilmente hollywoodiana. Quel che manca è un po’ di coraggio narrativo che spinga la tematica interraziale oltre il politically correct: un film recente su quella tematica come Fruitvale Station riusciva ad illustrare le ragioni di tutti senza paura di addentrarsi nella dark side della difficile convivenza fra i “bianchi e neri” del titolo negli Stati Uniti.
Il regista Mike Binder, autore del commovente Reign Over Me che affrontava con delicatezza e intelligenza il tema dell’11 settembre, si tiene qui un po’ troppo su terreno sicuro, trattando di un argomento che infiamma le cronache e divide il popolo americano. L’intento è evidentemente conciliatorio, e in questo senso socialmente responsabile, ma la costruzione artistica ne risente, contenendo la narrazione entro i limiti assai stretti del consenso di un pubblico il più vasto possibile.
Chi invece riesce a superare i propri limiti, artisticamente parlando, è Kevin Costner, che regala al proprio personaggio un fisico provato dagli anni e uno sguardo smarrito senza abbandonare il suo personaggio di yankee tutto d’un pezzo. La sua valenza simbolica all’interno del film non è dissimile da quella di Richard Gere in Time Out Of Mind: entrambi cinematograficamente collegabili ad un’epoca di prosperità e ottimismo ormai tramontata, entrambi un tempo simboli di una fisicità atletica e seducente, che oggi incarnano (con abbondanza di carne nei posti sbagliati) il disfacimento e la parziale disfatta dell’uomo bianco americano. Costner, anche produttore, si rivela qui sorprendentemente sottile e disposto a mettere in mostra la propria fragilità, e porta sulle spalle tutto il film, senza cedere terreno nemmeno alla fisicità irresistibile e allo sguardo da gatto Felix di Octavia Spencer, qui meno macchiettistica del solito.
Black and White cammina lungo il filo teso del rapporto fra le razze senza fare passi falsi ma anche senza tentare acrobazie, e solo Costner mostra la grazia precisa del funambolo.

Birdman o (l’Imprevedibile Virtù dell’Ignoranza)

Ven. 06, Sab. 07, Lun. 09 e Mar. 10/03 ore 22,15

Dom. 08/03 ore 21,15

birdmanRegia di Alejandro González Iñárritu, con Michael Keaton, Zach Galifianakis, Edward Norton, Andrea Riseborough, Amy Ryan, Emma Stone, Naomi Watts, Merritt Wever, Natalie Gold, Joel Garland, Clark Middleton.

Trama:
Birdman è una black comedy che segue la storia dell’attore Riggan Thomson (Michael Keaton), alle prese con l’allestimento di una nuova, ambiziosa commedia a Broadway, che dovrebbe rilanciarne la carriera ormai prossima al capolinea. Si tratta di un passo molto azzardato sotto diversi aspetti, ma l’uomo, che in passato ha raggiunto il successo nei panni di un supereroe, spera fortemente di ottenere un riconoscimento artistico, per dimostrare a tutti, e in primo luogo a se stesso, di non essere solo una ex stella di Hollywood. Manca poco alla serata della prima quando il protagonista della commedia si ferisce accidentalmente durante le prove e deve quindi essere sostituito in tempi rapidissimi. Dietro suggerimento dell’attrice co-protagonista Lesley (Naomi Watts) e con l’incoraggiamento del suo miglior amico e produttore Jake (Zach Galifianakis), Riggan sceglie con una certa riluttanza Mike Shiner (Edward Norton), una mina vagante che però piace al pubblico e può garantire una buona recensione della commedia. Mentre si prepara al debutto sul palcoscenico, Riggan deve confrontarsi con la fidanzata e co-protagonista Laura (Andrea Riseborough), con la figlia appena 4 uscita da un centro di disintossicazione e sua assistente personale Sam (Emma Stone), e con l’onnipresente ex moglie Sylvia (Amy Ryan), sempre pronta a dare una mano per tenere la situazione sotto controllo.

I PINGUINI DI MADAGASCAR

Sab. 07/03 ore 15,30

ipinguinidimadagascarRegia di Eric Darnell, Simon J. Smith.

Trama:
Le super spie non nascono… vengono covate! Scoprite le doti dei più grandi agenti segreti sotto copertura dello spionaggio globale: Skipper, Kowalski, Rico e Private. Questa squadra d’élite si unirà a un’elegante organizzazione segreta chiamata North Wind, guidata dall’Agente Classified (un affascinante husky di cui potremmo anche rivelarvi il suo vero nome, ma… tutto a tempo debito). Insieme dovranno fermare il malvagio Dr. Octavius Tentacoli, dalla sua folle intenzione di distruggere il mondo. Gli indimenticabili Pinguini del grande successo di DreamWorks Animation Madagascar, sono i protagonisti di questa nuova commedia per il grande schermo, in cui saranno impegnati in un’avventura ad altissimo rischio che li condurrà nell’Antartico, a Venezia, nel deserto, a Shanghai, a New York City… fino nel Kentucky. Nel corso di questa avventura, sperimenteranno la gloria e il pericolo, tentando a tutti i costi di sventare l’ignobile piano dello scienziato-piovra e divorando gustosi snack al formaggio, come nessun altro pinguino ha mai fatto prima d’ora.

Ingresso euro 3,50

Categorie: Cineforum, Film in programmazione | Lascia un commento

Navigazione articolo

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: